Sei qui:Home
    Stampa la pagina ...
LogoA.png
it.png   Associazione Italiana Familiari e Vittime della STRADA A.P.S. 
Associazione di Promozione Sociale 
eu1.png mfevr.png  Aderente alla FEVR  (Federaz. Europea delle Vittime della Strada) 

Ti diamo il benvenuto su Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada A.P.S (AIFVS - A.P.S.) - sito ufficiale

GiornataDelRicordo2021_Intestazione.jpg14/11/2021 Giornata del ricordo

Pagina in allestimento unnamed.png

Altre notizie

Sentenza n. 3111/2021 pubbl. il 22/02/2021
Il Giudice dott. Francesco Remo Scerrato del Tribunale di Roma ha sentenziato che la dott.ssa Giuseppa Cassaniti Mastrojeni è la legittima presidente dell' Associazione italiana familiari e vittime della strada AIFVS Onlus.

 

Ogni anno in Italia scompare un paese di 4000 persone.
Tante sono le vittime delle strade italiane; 300.000 sono i feriti, ed oltre 20.000 i disabili gravi prodotti da questa guerra non dichiarata.
Il parlamento Europeo ha chiesto all’Italia di ridurre del 50% in dieci anni questi numeri. A ciò lo stato italiano ha risposto con un sempre calante presidio del territorio e con un grave ritardo nell’ adeguamento degli organici delle forze dell’ordine e delle norme del Codice della strada.
Dopo ogni incidente grave, inizia un doloroso ed estenuante iter legale che dovrebbe portare alla individuazione delle responsabilità, alla punizione dei responsabili con pene commisurate alla gravità dei loro reati, e ad assicurare alle vittime o ai loro familiari un risarcimento equo. Anche in questo campo l’Italia si distingue negativamente dal resto d’Europa, con una giustizia lenta ed approssimativa, che calpesta continuamente la dignità dell’uomo e quei valori che la nostra costituzione dovrebbe tutelare. I problemi della sicurezza stradale e della giustizia riguardano tutti, nessuno escluso!
Noi ci siamo uniti per fermare la strage ed affermare il diritto alla vita e alla giustizia. Unisciti a noi ! Dai il tuo contributo alla crescita del nostro paese

Leggi di più

Donazioni

Aderisci all'AIFVS

PP_logo_h_100x26.png

AIFVS APS  IBAN - IT22M0760113200000013211438

Le 2 ultime notizie

Paralimpiadi 2021 a Tokio e la continuità della strage stradale - il 08/09/2021 • 18:42 da Amministratore

Paralimpiadi 2021 a Tokio e la continuità della strage stradale

Paraolimpiadi.jpg

Paralimpiadi 2021 a Tokio e la continuità della strage stradale
Splendido risultato nei cento metri femminili con protesi ad un arto. 
Tre donne simbolo: i loro limiti non hanno impedito le loro vittorie, le loro considerazioni sono nel segno della solidarietà: «Vincere è bellissimo. Però il podio a tre...era proprio quello che sognavamo».

Oro per Ambra Sabatini vittima della strada, Argento per Martina Caironi vittima della strada, Bronzo per Monica Contrafatto vittima della guerra in Afghanistan.
Le tre campionesse, assieme a tutti gli altri atleti paralimpici, sono per tutti uno splendido esempio del valore della vita, da ricercare nella forza interiore, capace di trovare soluzioni e di raggiungere ragguardevoli risultati anche di fronte ad evidenti difficoltà.
 
L’aumento esponenziale degli atleti nei Giochi paralimpici viene esaltato dal CIP come contributo nella svolta culturale a favore della percezione della disabilità. Condividiamo tale considerazione, ma non possiamo accettare che si faccia silenzio sul danno grave e irreversibile arrecato all’integrità del corpo. 
Addirittura il Governo afferma la massima disponibilità verso il settore dello sport ma non esprime alcuna valutazione sulle cause della disabilità, legate, nella stragrande maggioranza degli atleti, alla strage stradale continua, vera pandemia dei nostri giorni, di cui si conoscono i responsabili, le cause e le conseguenze, e non accenna alla necessità di dare priorità alla prevenzione.
 
L’esempio degli atleti che, pur con i loro limiti, riescono a conseguire risultati elevati, è un forte e concreto richiamo che l’AIFVS rivolge alle nostre istituzioni, perché scrutino le loro responsabilità sulla continuità della strage stradale, causa di gran parte delle disabilità, e si impegnino perché abbia fine: la dignità del loro ruolo decisionale ed esecutivo sarà socialmente riconosciuta se daranno priorità alla prevenzione e porranno la vita al primo posto nella scala dei valori. 
Rivolgiamo ai campioni paralimpici l’invito ad essere testimonial del nostro impegno a difesa della vita e della salute sulle strade. 

Giuseppa Cassaniti
Presidente AIFVS

www.vittimestrada.org

Leggi di più


Terzo anniversario del crollo del Ponte Morandi  - il 14/08/2021 • 12:06 da AIFVS_APS

Terzo anniversario del crollo del Ponte Morandi 
Senza memoria non c’è futuro

PMorandi.jpg

Terzo anniversario del crollo del Ponte Morandi 
Senza memoria non c’è futuro

Alle ore 11,36 di tre anni fa, il 14 agosto 2018, crollava il Ponte Morandi, provocando la morte di 43 persone.
Abbiamo partecipato alla cerimonia funebre e ricordiamo l’immensa partecipazione di persone e di autorità politiche.
Un crollo annunciato, ma coloro che hanno responsabilità hanno aspettato che fosse direttamente il Ponte a sollecitare gli interventi e le persone a pagare con la loro vita.
Un gravissimo disastro che, pur se ha comportato un sollecito intervento di ricostruzione, attende ancora un cambio di passo nel sistema Italia per il recupero del deficit di professionalità e di senso di responsabilità ancora presente nelle nostre istituzioni politico amministrative e giudiziarie.
Giuseppa Cassaniti Mastrojeni
Presidente AIFVS

Leggi di più


Forum in diretta

 Buongiorno, circa due settimane fa' la mia auto, parcheggiata regolarmente,  è stata incidentata  da un' altra auto che transitava nella via sotto casa mia, premetto che oltre alla mia sono state lesionate altre 2 auto parcheggiate accanto alla mia che purtroppo e' quella che ha subito i danni maggiori circa 10.000 euro di danni. Ho chiamato i vigili che hanno redatto regolare verbale e successivamente faccio portare la mia auto presso una carrozzeria convenzionata con la mia assicurazione. Il giorno dopo mi reco presso l' agenzia della mia assicurazione spiegando i fatti dettagliatamente con tanto di foto allegate, vengo prontamente informato che siccome il sinistro comprende più di 2 autoveicoli coinvolti l' iter procedurale non comprende il risarcimento diretto ossia,  non sarà la mia stessa assicurazione ad anticipare la spesa dei lavori che effettuerà la carrozzeria ma bisognerà attendere il risarcimento dell' assicurazione dell' auto che ha causato il danno e quindi i tempi sarebbero stati  abbastanza lunghi....  In ogni caso, visto che nella mia polizza è compresa  l' assistenza legale verrò contattato dal loro legale per formalizzare la richiesta danni cosa che avviene dopo pochi giorni. Fisso un appuntamento con l' avvocato   da cui mi reco il giorno seguente per spiegare la dinamica, dopodiché mi dice che da ora in poi lui sarà lui ad iterfacciarsi con la carrozzeria ed a seguire tutta la trafila burocratica del caso e devo dire di essere uscito dallo studio abbastanza sollevato. La cosa strana però   che trascorso qualche giorno mi ricontatta l ' avvocato stesso dicendomi di aver parlato con la carrozzeria la quale chiede che io firmi l' impegno che nel caso in cui  non venga liquidato il 100% del sinistro rc auto della mia vettura, procederò io a liquidare la  % non pagata dalla compagnia di controparte: io ovviamente ho subito risposto all' avvocato che non avrei firmato per nessun motivo al mondo un documento del genere che non ne capivo il motivo sentendomi rispondere che è una procedura comune e che cmq non avrei avuto niente da temere in quanto la ragione era completamente a mio favore. Sinceramente non so se devo fidarmi oppure no ho le idee confuse per cui vi chiederei un pare in merito, anticipatamente ringrazio, buona serata. ...
19/10/2021 • 19:00
(da Davide)
04/06/2021 • 09:51
(da filippo)
03/06/2021 • 12:33
(da Filippo)
02/06/2021 • 12:49
(da Avvocatocesari)

Facebook

Twitter

Leggi di più